Vine

by in Esperienze di vita con i fiori di Bach

Buongiorno, questo primo appuntamento con le Lucciole inizia con un pensiero amorevole per la devastata natura australiana. Quell’immenso paese possiede una flora endemica che non si trova in altre parti del mondo e, fra le gravi perdite subite, nessuno saprà mai se abbiamo perso per sempre anche fiori e piante dalle proprietà curative.
Del resto, anche qui in Europa, dai tempi di Bach i parametri di purezza ed energia nel mondo vegetale sono mutati in peggio. Le catastrofi del 1900 hanno inquinato in modo irreversibile aria, acqua e terra. Da secoli l’atteggiamento della civiltà occidentale nei confronti dell’ambiente è stato di sfruttamento, sopraffazione e rapina. Lontana anni luce dai popoli che vengono sprezzantemente definiti primitivi, la cultura del dominio presenta le caratteristiche peggiori che il Fiore di Bach VINE dovrebbe riequilibrare.
I personaggi di spicco, qualunque sia il campo considerato, sono afflitti dal “complesso del dittatore”: individui, gruppi sociali e risorse vengono usati come mezzi per raggiungere fini di vantaggio personale. Il potere raggiunto  è poi utilizzato per accrescere ancora  se stesso, ricorrendo anche al ricatto e alla paura.
Quanto più l’ego si distacca dal Sè, tanto più i tratti della personalità virano verso le pulsioni più pericolose e i VINE scollegati, personalità estrovertite immature, bramano emergere a qualunque costo. 
L’altro lato della medaglia, nel quale l’equilibrio fa emergere i talenti personali, è rappresentato dal leader carismatico, che arriva ad occupare posti di responsabilità grazie alle sue sole energie, senza vanterie e senza rubare meriti, soprattutto senza approfittare del prossimo. La parola “carisma” viene dal greco e contiene il concetto di “charis”, grazia, ossia dono ricevuto gratuitamente. Attorno a chi mette in pratica le risorse VINE si può davvero avvertire l’atmosfera di convivialità e gioia condivisa per un lavoro comune, che proprio il frutto della Vite evoca da sempre, consumato insieme nei momenti da celebrare.

Paola Fongi